Viaggiare non è sempre la risposta giusta

Viaggiare non è sempre un’ottima idea

Se penso ai grandi periodi di cambiamento, mi vengono in mente sempre loro: i viaggi che ho fatto.
A volte è esattamente quello che ti serve: viaggiare in modo consapevole è incontrare l’altro, ciò che ancora non conosci di te e può essere un grande acceleratore di crescita personale e la spinta che ci vuole per un cambiamento positivo nella propria vita.
Ma viaggiare è sempre un’ottima idea? Secondo me non sempre e in questo post spiego il perché. Continua a leggere

approvazione degli altri-mary-gioffre-coach-anime-in-viaggio

L’approvazione degli altri: sei sicura che ti serva?

Quando sono partita per il mio viaggio in solitaria con il primo biglietto di sola andata, ero sicura della mia scelta, ma allo stesso tempo, amando l’armonia e rifuggendo i conflitti, speravo che le persone a me più vicine appoggiassero questa mia scelta.
In realtà, la prima reazione da parte di tutte queste persone non è stata di approvazione, ma di paura.
Più mi incaponivo cercando di far cambiare loro idea, più ottenevo resistenza, che si esprimeva con frasi del tipo: “Secondo me stai sbagliando”, “Secondo me stai facendo una cavolata”, “Sei matta a lasciare tutto”,ecc. Continua a leggere

5 scuse-anime-in-viaggio-mary-gioffre-coach

Le 5 scuse che ti impediscono di raggiungere i tuoi obiettivi

Passato l’entusiasmo e la voglia di progetti che il nuovo anno porta con sé, è facile scivolare nella solita routine e allontanarsi piano piano dai propri obiettivi.
A ostacolarci e spegnere la motivazione sono soprattutto loro: le scuse.

Quali sono quelle che ci diciamo più spesso? Vediamo le 5 scuse che ci impediscono di raggiungere i nostri obiettivi. Continua a leggere

prendere-decisioni-mary-gioffre-coach-anime-in-viaggio

Avrò preso la decisione giusta? Un modo potente per scoprirlo

Quando penso  al mio viaggio in solitaria di 8 mesi, quello che mi ha profondamente trasformata, ricordo sempre con tenerezza il periodo che ha preceduto quella decisione.

Stavo svolgendo uno stage ben pagato in un’azienda super-mega-galattica a Madrid, ma non riuscivo a cogliere il senso di quello che stavo facendo. Quel periodo stava giungendo al termine, dovevo decidere cosa fare e anche in fretta. Continua a leggere

invidia-forza-positiva-mary-gioffre-coach

Trasformare l’invidia in una forza positiva

Perché lei sì e io no? Cos’ha lei più di me? Perché non posso avere successo come lei? Perché lei ha la fortuna di viaggiare per il mondo e io sono inchiodata alla mia scrivania tutti i giorni? Perché lei ha un fidanzato e io mi ritrovo perennemente sola?

Potrei andare avanti all’infinito con queste domande depotenzianti e che celano un’emozione considerata negativa e che spesso si cristallizza e  si trasforma in uno stato d’animo: l’invidia.

Come tutte le emozioni, anche questa porta con sé un messaggio e indica di porre attenzione a qualche aspetto della nostra vita che non ci soddisfa pienamente. Ci segnala che ci sentiamo inferiori davanti a una situazione e proviamo un senso di ingiustizia per qualcosa (di materiale o immateriale) che non abbiamo. Attenzione a non confonderla con la gelosia, che invece indica la paura di perdere qualcosa  che ci appartiene. Continua a leggere

tristezza-intelligenza-emotiva-mary-gioffre-coach

Diritto alla tristezza

“Le lacrime sono le parole che il cuore non riesce a esprimere”  (Gerard Way)

In una società e in un’epoca dove cerchiamo spasmodicamente la felicità, un’emozione che viene molto esaltata, la tristezza viene invece demonizzata.

Così come la felicità è un nostro diritto, anche la tristezza lo è.

E’ un nostro diritto sentirci giù se qualcosa non va come ci immaginavamo o come speravamo.

E’ un nostro diritto provare tristezza quando perdiamo una persona a noi cara o un oggetto a cui eravamo legati.
Ciò che per qualcuno è banale, per un’altra persona è molto importante. Non sta a noi giudicare se si tratta di una situazione per vui vale la pena essere tristi. La cosa peggiore che possiamo fare è dire “ma no dai, non essere triste per così poco!”. L’intenzione è positiva, ma di fatto stiamo invalidando l’emozione dell’altro che si sentirà inadeguato in quella situazione.
Continua a leggere

impazienza-mary-gioffre-coach-anime-in-viaggio

3 motivi per cui è utile provare impazienza

Ti è mai capitato di sapere quello che volevi e anche come ottenerlo, ma di non vedere subito i risultati? Come ti sei sentita/o?
Se hai risposto impaziente…benvenuta/o nel club!

Generalmente, tendiamo ad attribuire all’impazienza un significato negativo e proprio per questo tendiamo a prendercela con noi stessi quando siamo impazienti. Come ogni emozione, anche l’impazienza porta con sé preziose informazioni e può insegnarci tantissimo. Vediamo insieme 3 motivi per cui  è utile  provare impazienza. Continua a leggere

Intelligenza-emotiva-cosa-e-mary-gioffre-coach-six-seconds

7 domande frequenti sull’intelligenza emotiva

Qualche giorno fa, stavo parlando del mio interesse per l’intelligenza emotiva con un’amica. A un certo punto, lei mi ha interrotto, dicendo: “Sono molto razionale e non riesco proprio a capire tutti questi concetti riguardo le emozioni. Perché dovrei essere interessata ad allenare l’intelligenza emotiva? Quali vantaggi avrei? Cosa hai ottenuto tu?”.
Queste sono solo alcune delle domande che mi vengono rivolte più spesso.

Ho deciso così di raccogliere in questo post, le risposte ai dubbi  più frequenti sull’intelligenza emotiva…se ti vengono in mente altre domande, aggiungile in un commento! Buona lettura! Continua a leggere

Emozioni-spiacevoli-mary-gioffre-coach-anime-in-viaggio

6 passi per gestire le emozioni spiacevoli

Fino a pochi anni fa, reputandomi una persona piuttosto razionale, non davo peso alle emozioni. Pensavo che non fossero affidabili.
Se provavo qualche emozione spiacevole, facevo di tutto per mandarla via con  scarsi risultati. Se era una giornata no, mi sentivo quasi in colpa ad ammettere che c’era qualcosa che non andava.  In fondo ci sono cose ben peggiori di una brutta giornata. Cosa dovrebbe dire chi è malato o chi è in guerra?  mi dicevo.

Non mi concedevo il permesso di sperimentare le emozioni e questo mi faceva soffrire ancora di più. Ho iniziato ad approfondire il tema dell’intelligenza emotiva, ovvero essere più intelligenti con le emozioni, a Istanbul, quando stavo cercando di indagare le possibili cause e soluzioni al malessere psicologico dei bambini a cui insegnavo. E’ un argomento che  mi appassiona molto e impegnarmi per diffondere consapevolezza del ruolo delle emozioni è uno dei motivi che mi spinge ad alzarmi dal letto la mattinaSe solo riuscissimo a capire l’importanza di allenare le competenze emozionali che sono già dentro di noi riusciremmo a prendere decisioni migliori, saremmo più soddisfatti e ci sentiremmo anche meglio! Continua a leggere