Non occorre azzerare l'incertezza, ma imparare a gestirla

5 spunti per gestire l’incertezza

Siamo appena entrati nella fase 2 e piano piano il nostro margine di libertà si espande. Non stiamo tornando alla normalità (che dal mio punto di vista non è mai esistita), ma ognuno di noi si sta costruendo un nuovo equilibrio, fatto di abitudini e routine diverse. Anche in questa fase di transizione, siamo chiamati a gestire l’incertezza. Come fare?  Ecco 5 spunti per te.
Continua a leggere

10 lezioni che ho imparato viaggiando

Chi lo prova una volta, non ne può più fare  a meno. Viaggiare da sola crea dipendenza perché ti dà la prova concreta che puoi davvero farcela e i limiti sono spesso quelli che ci creiamo da sole, nella testa.

Paragono sempre un viaggio in solitaria a un corso di crescita personale: sono così tante le lezioni che si possono apprendere!

In questo post, condivido le 10 che hanno avuto un grande impatto sulla mia vita. Continua a leggere

coraggio-guardarsi-dentro-coach-mary-gioffre

Il vero coraggio è scegliere di guardarsi dentro

Se ti chiedessi: che cos’è il coraggio per te, che cosa mi risponderesti? Quali immagini ti vengono in mente?

Sono sempre di più le persone che decidono di mollare tutto, partire e cambiare vita. C’è chi fa il giro del mondo senza prendere aerei, chi fa l’autostop, chi viaggia senza soldi. Davanti a queste storie, il commento più comune che sento è: Wow, che coraggio!

Continua a leggere

momenti-di-crisi-tempesta-mary-gioffre-coach

Come superare i momenti di crisi

A tutti noi capitano dei momenti di crisi e di difficoltà.
Un lavoro che non ci soddisfa più o che perdiamo, relazioni sentimentali che finiscono, rapporti di amicizia che si raffreddano, eventi improvvisi della vita che ci destabilizzano.  Se c’è una costante nella vita, questa è proprio il cambiamento; tanto naturale, quanto difficile da gestire a volte.
Quando la tempesta arriva, capita di sentirci confusi, impauriti, preoccupati. Cosa fare e come superare questi momenti di crisi?

Non esistono ricette magiche, ma esistono opzioni. Vediamole insieme. Continua a leggere

dovrei-dialogo-interiore-pensiero-positivo-mary-gioffre-coach

La parola più tossica che tu possa dire a te stessa

Oltre ai due concetti che hanno letteralmente cambiato la mia vita, di cui ho parlato qui e qui, c’è stata un’altra scoperta che considero molto preziosa e che voglio condividere con te. Realizzare che le parole hanno il potere di influenzare la nostra percezione della realtà e quindi  i nostri comportamenti è stato sconvolgente.
Per tanti anni sono stata la persona più spietata con me stessa, sempre pronta a criticarmi e ad usare parole dure, come potevo aspettarmi di provare gioia e serenità? Come potevo essere in pace se mi sentivo sempre in una corsa dove non arrivavo mai? Questa era la metafora che guidava la mia vita e che, di conseguenza, influenzava la mia percezione della realtà. Ti risuona?

Continua a leggere

invidia-forza-positiva-mary-gioffre-coach

Trasformare l’invidia in una forza positiva

Perché lei sì e io no? Cos’ha lei più di me? Perché non posso avere successo come lei? Perché lei ha la fortuna di viaggiare per il mondo e io sono inchiodata alla mia scrivania tutti i giorni? Perché lei ha un fidanzato e io mi ritrovo perennemente sola?

Potrei andare avanti all’infinito con queste domande depotenzianti e che celano un’emozione considerata negativa e che spesso si cristallizza e  si trasforma in uno stato d’animo: l’invidia.

Come tutte le emozioni, anche questa porta con sé un messaggio e indica di porre attenzione a qualche aspetto della nostra vita che non ci soddisfa pienamente. Ci segnala che ci sentiamo inferiori davanti a una situazione e proviamo un senso di ingiustizia per qualcosa (di materiale o immateriale) che non abbiamo. Attenzione a non confonderla con la gelosia, che invece indica la paura di perdere qualcosa  che ci appartiene. Continua a leggere

Emozioni-spiacevoli-mary-gioffre-coach-anime-in-viaggio

6 passi per gestire le emozioni spiacevoli

Fino a pochi anni fa, reputandomi una persona piuttosto razionale, non davo peso alle emozioni. Pensavo che non fossero affidabili.
Se provavo qualche emozione spiacevole, facevo di tutto per mandarla via con  scarsi risultati. Se era una giornata no, mi sentivo quasi in colpa ad ammettere che c’era qualcosa che non andava.  In fondo ci sono cose ben peggiori di una brutta giornata. Cosa dovrebbe dire chi è malato o chi è in guerra?  mi dicevo.

Non mi concedevo il permesso di sperimentare le emozioni e questo mi faceva soffrire ancora di più. Ho iniziato ad approfondire il tema dell’intelligenza emotiva, ovvero essere più intelligenti con le emozioni, a Istanbul, quando stavo cercando di indagare le possibili cause e soluzioni al malessere psicologico dei bambini a cui insegnavo. È un argomento che  mi appassiona molto e impegnarmi per diffondere consapevolezza del ruolo delle emozioni è uno dei motivi che mi spinge ad alzarmi dal letto la mattinaSe solo riuscissimo a capire l’importanza di allenare le competenze emozionali che sono già dentro di noi riusciremmo a prendere decisioni migliori, saremmo più soddisfatti e ci sentiremmo anche meglio! Continua a leggere