approvazione degli altri-mary-gioffre-coach-anime-in-viaggio

L’approvazione degli altri: sei sicura che ti serva?

Quando sono partita per il mio viaggio in solitaria con il primo biglietto di sola andata, ero sicura della mia scelta, ma allo stesso tempo, amando l’armonia e rifuggendo i conflitti, speravo che le persone a me più vicine appoggiassero questa mia scelta.
In realtà, la prima reazione da parte di tutte queste persone non è stata di approvazione, ma di paura.
Più mi incaponivo cercando di far cambiare loro idea, più ottenevo resistenza, che si esprimeva con frasi del tipo: “Secondo me stai sbagliando”, “Secondo me stai facendo una cavolata”, “Sei matta a lasciare tutto”,ecc.

All’epoca non ero così consapevole, ma con il senno di poi, ho capito che alla base della loro reazione c’era la preoccupazione per il mio futuro incerto (come sempre, per definizione 😉 e che la loro intenzione in fondo era positiva. Volevano proteggere me, ma anche loro stessi, sorpresi da quella rottura di schemi.
La mia motivazione era talmente alta che nessuno avrebbe potuto fermarmi: sapevo che era la decisione giusta, me lo sentivo. (Se vuoi approfondire, il tema delle decisioni, leggi qui).
Eppure ci rimanevo male.
Avrei voluto partire sostenuta dalla serenità di tutti perché questo mi avrebbe rassicurato.
Delegavo agli altri il potere di farmi sentire ancora più convinta della mia scelta. Se ricevevo la loro approvazione, mi dicevo che stavo facendo la scelta giusta. Se non mi sostenevano, iniziavo a farmi assalire dai dubbi e a pensare: non è che hanno ragione loro?

Dopo quel viaggio, sono seguiti altri trasferimenti all’arrembaggio e anche un gran percorso su me stessa. Riguardandomi indietro, mi faccio tenerezza a rivedermi così bisognosa di approvazione, quando in realtà l’unica persona da cui volevo riceverla era me stessa, in tutte le mie parti, anche quelle che ancora non conoscevo.

Se ti ritrovi anche tu in questa situazione, per esempio se vuoi iniziare a viaggiare da sola o intraprendere una nuova avventura e le persone a cui tieni di più sembrano non accettarlo, ecco alcune domande per vedere questa situazione da un altro punto di vista:

  • Se vado oltre il giudizio e l’apparenza, che cosa vedo? Quali emozioni stanno provando queste persone? Di che cosa hanno bisogno veramente?
  • Che cosa posso fare per andare incontro ai loro bisogni?
  • Esci dal pensiero io contro di voi e pensa che siete tu e loro “contro” una situazione. Che cosa potrebbe aiutarli?
  • Cosa significa per me la loro approvazione o la loro mancata approvazione? Può aiutare completare questa frase: Il fatto che…. non appoggino la mia scelta per me significa che…

Spesso è solo questione di tempo. Nel mio caso, le persone a me vicine non hanno mai approvato del tutto le mie scelte (cioè non mi hanno mai detto: “Sììì che bello, un altro biglietto di sola andata, fai benissimo, vai!”), ma non le hanno ostacolate e questo credo sia già un grande atto d’amore.
Se vuoi imparare a sintonizzarti con le tue emozioni per prendere decisioni più efficaci e trasformare i conflitti in occasioni di crescita, dai un’occhiata qui.
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo o lascia un commento qui sotto. Facciamo viaggiare l’ispirazione 🙂

La foto proviene da unsplash.

Ciao! Sono Mary, coach e anima in viaggio. Aiuto le persone che si sentono confuse e bloccate a fare chiarezza su ciò che è importante per loro e le supporto nello sviluppo della loro intelligenza emotiva per prendere delle decisioni più efficaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *